CAPANNINE STYLE, SURF STYLE (Santagati Vincenzo)

CAPANNINE STYLE, SURF STYLE (Santagati Vincenzo)

E’ quello che vogliamo?

onada capannina

Non so, forse solo un compromesso, il tentativo di dare un’accezione positiva alla parola “accontentarsi”.

Ho passato gli ultimi due giorni ad aspettare, incrociando mappe e modelli, valutando nodi e direzione del vento. Tutto sembrerebbe perfetto, la giornata ideale: mt 1.80 e vento che soffia da terra. Il che si traduce in una sola parola: OCEANO. Tuttavia non mi fido, l’esperienza insegna. Con una simile misura, nonostante la forza contraria del vento, al lido Capannine troverò lavatrici e frullatori al posto delle onde. modelloChiamatele come volete, “close  out” la parola giusta. Ma in ognuno di noi, il desiderio di sbagliarsi in simili circostanze prevale sempre sull’esperienza. Esco di casa, salgo sull’auto, imbocco la tangenziale. Faccio girare Jason Mraz alla radio, quasi bastasse la musica giusta per far alzare le onde, per trasformare Catania CAP 95100, una città ormai senza alcuna prospettiva di rilancio, in San Diego CAP 92101. A guardare i CAP sembrerebbero simili.

Sono quasi arrivato, il cancello con i pilastri crepati è spalancato. Manca  soltanto percorrere il viale alberato, preludio dell’inaspettato successo o della paventata delusione.

La rottura la capisci subito, appena apri lo sportello. Non c’è bisogno di vedere il mare, occorre solo sentirlo: a metà tra un ruggito e il nulla. Concetto arduo da interpretare, ma chiaro a chi quel posto lo frequenta da una vita.

Avevo ragione. Spot in modalità centrifuga, dovrei tornare di notte! Una mattinata persa, carburante sprecato, e una scarica di vaffanculo vomitata sull’orizzonte!

divinità 2

Lo trovo già lì, in effetti è un pò il suo mestiere. Guardare il mare, capire, trasmettere l’esperienza a chi le onde le ha soltanto guardate su YOUTUBE, appassionandosene senza sapere quanta fatica occorra  per superare la line up. Si chiama Melo, scherzosamente lo chiamo Divinità, fa l’istruttore…Di surf.

 

imprecazioniNemmeno un saluto, restiamo in silenzio l’uno accanto all’altro.  E questo mare, lo IONIO, così caro a pescatori e cozzolari, che sa essere calmo oppure soltanto “arraggiato”, lo vedo come Poseidone di Pollon fare il bagno in  quella secca lontana duecento metri che a guardarla dalla riva  sembra  perfetta. Lo zio Poseidone ci guarda, si prende gioco di noi….e smuove ancor più le acque! Eppure nel cartone animato sembrava così simpatico!

padang-padang-inn

Lunghe barre d’acqua limpida, una regolare sequenza di dossi allo stato liquido, alte creste graffiate dal vento che le pettina indietro tenendole schiuse: questo è quello che vorremmo vedere. Padang Padang!!!

 

 

E invece tutt’altra storia di fronte gli occhi! homespot

“Ne vale la pena?”. Non so se sia una vera domanda, ma la pongo lo stesso a chi mi sta accanto.

divinità“No, però si”, risponde Melo, che detta in questa maniera potrebbe significare qualsiasi cosa. “Cioè si”, replica all’istante,  e non potrebbe essere diversamente per chi come lui questa  “rottura” l’ ha scelta come stile di vita, per chi ha messo da parte la stabilità o precarietà di un lavoro comune,  per chi insegna l’approccio all’onda, per chi mette da parte un pò dello stipendio per non farsi mancare l’annuale surftrip.  E’ la scelta di chi il centro commerciale non vuole vederlo, quella di chi litiga con la fidanzata perchè con l’onda non regge il confronto, o chi una fidanzata stabilisce di non avercela giacchè a una “rottura di palle” preferisce la “rottura di un’onda”; è la predilezione per pochi momenti che valgono una vita intera e che conferiscono una qualità unica all’esistenza, che ammazzano il tempo nel modo giusto.

“Sono i secondi sulla parete di un onda che determinano l’andamento della giornata, il bilancio delle ultime 24 ore. Poichè una giornata senza onda, non è una vera giornata. E questo Melo lo sa bene, e lo so pure io, e chi per varie ragioni dalle onde si è dovuto allontanare sostituendo al battito del cuore il malinconico ruggito del mare”

V.S

Leave a Comment

Name*

Email* (never published)

Website

Prenota online la tua lezione e ottieni uno sconto del 10%